Home Documenti

Documenti

by Lisa-Cro

Quali documenti bisogna fare per vivere in Croazia? 

 

Partiamo con la premessa che la Croazia fa parte dell’Unione europea, ma non dell’area Schengen.

Per entrare in Croazia è necessario un documento d’identità valido (passaporto o carta d’identità) al fine di superare il confine doganale.

Per i minori di 14 anni non accompagnati dai minori o da chi ne fa le veci, è necessario oltre al documento d’identità anche la dichiarazione d’accompagnamento resa dai genitori o dai tutori del minore presso l’Autorità di Polizia competenti territorialmente

Non è necessario un visto turistico o di affari, ma il limite di soggiorno è 90 giorni ogni 6 mesi. Oltre questo periodo sarà necessario iniziare le pratiche di soggiorno in Croazia oppure andarsene.

Richiesta del soggiorno lavorativo

Di fondamentale importanza è l’OIB (codice fiscale croato) – senza la quale non si potrà fare praticamente nulla. Senza OIB non potrai acquistare, aprire un conto in banca, lavorare o iniziare le pratiche di soggiorno. 

Il documento da compilare per la richiesta dell’OIB si può comodamente scaricare da questa pagina

Si dovrà poi allegare una copia del documento d’identità, e presentare il tutto al Ministero delle finanze – ufficio imposte, della città dove ci si vuole trasferire. Qui una lista di tutti gli uffici (purtroppo la pagina è in croato)

Una volta ricevuto questo documento, bisognerà recarsi nella questura della città dove si vuole risiedere, e rivolgersi all’apposito ufficio per stranieri per iniziare le pratiche.

Normalmente vi verrà richiesto di compilare un documento, dove dovrete dichiarare: 

  • I vostri dati anagrafici
  • OIB
  • Contratto di locazione o acquisto immobile
  • Documento che attesta l’attività lavorativa

Inoltre dovrete portare: fotocopia del documento d’identità, fotocopia della tessera sanitaria europea e due fototessere. 

Permesso di soggiorno (senza lavorare in Croazia)

Nel caso non si voglia lavorare in Croazia, è possibile comunque richiedere il permesso di soggiorno:

  • Saranno necessari gli stessi documenti, ma al posto del documento che attesta l’attività lavorativa bisogna consegnare un documento rilasciato dalla propria banca, che attesta una disponibilità economica sul conto corrente superiore o uguale a 2500 euro. E compilare una dichiarazione in cui si spiega il modo in cui ci si potrà mantenere.

 

La residenza ha la durata di 1 anno – dopo la quale bisogna ripetere il processo per il rinnovo.

Dopo 6 anni si ottiene la residenza fissa, e dopo 8 la possibilità di acquisire la cittadinanza croata. 

Per i minori, la procedura è simile e va fatta tramite un genitore. 

 

Iscriversi all’AIRE – Anagrafe Italiani Residenti all’estero

Cosa comporta iscriversi all’AIRE?

Innanzitutto, entro 1 anno dal trasferimento all’estero è obbligatorio iscriversi. Pena la doppia imposizione delle tasse per chi emigra e tralascia di dichiararlo.

  • Una volta iscritti all’AIRE, non si ha più diritto all’assistenza sanitaria italiana (ma si potrà avere accesso alla stessa in Croazia)
  • Si perde il medico di base (ma si può richiedere in Croazia )

Essere in possesso di tessera sanitaria europea ammortizza queste “conseguenze”, perché se necessario si potrà comunque andare in ospedale senza pagare nulla, o pagando notevolmente meno.

  • Gli iscritti AIRE possono votare all’estero nelle tornate elettorali nazionali ed europee
  • Inoltre, sotto il profilo fiscale, l’iscrizione all’AIRE consente di pagare le tasse direttamente nel paese ospite.
  • Bisognerà presentare ogni anno una dichiarazione dei redditi anche in Italia, sarà così necessario pagare l’eventuale differenza fra le imposte versate nel paese d’emigrazione e l’Italia, ma si potrà beneficiare del credito d’imposta detraendo le tasse pagate fuori dai confini nazionali ed evitare così la doppia tassazione.

Come aprire un conto corrente in Croazia? leggi il mio articolo per scoprirlo.

Per maggiori informazioni, visita il sito della Farnesina e il sito del Consolato generale d’Italia a Fiume

18 comments

Alberto 27 Aprile 2019 - 13:55

Salve a tutti ho bisogno di un chiarimento, posso aprire un conto in Croazia senza permesso di soggiorno o lavorativo ma continuando a vivere in Italia?
Grazie

Reply
Lisa-Cro 30 Aprile 2019 - 23:40

Ciao Alberto!

Certo, puoi tranquillamente aprire un conto in Croazia senza essere residente, o senza lavorare qui. Ti consiglio di consultare il mio articolo dedicato proprio a questo tema!

Reply
Felice Santoni 3 Luglio 2019 - 10:13

Salve, mia moglie è Croata e ha una compagnia OBRT. Può per un periodo inferiore ad un anno assumere me? Devo iscrivermi all’ AIRE o posso richiedere residenza temporanea? Io sono cittadino italiano.

Reply
Lisa-Cro 3 Luglio 2019 - 18:47

Ciao Felice!

Tua moglie può tranquillamente assumerti come dipendente, non c’è bisogno dell’iscrizione all’AIRE. Dovrai comunque andare in questura e lì proseguire con le cose da fare, ma è una cosa semplice!

Reply
Riccardo 8 Luglio 2019 - 12:45

Buonasera, ho una domanda: sono cittadino italiano ma da poco vivo a Pula. il prossimo Ottobre mi sposerò con la mia futura moglie che è di cittadinanza croata e mi iscriverò all’AIRE. Posso dopo tali eventi acquistare un auto in Croazia ed assicurarla a mio nome? Ho già il permesso di soggiorno con scadenza annuale.

Reply
Lisa-Cro 15 Agosto 2019 - 20:34

Ciao Riccardo, certo che si.

Reply
Giancarlo 26 Agosto 2019 - 20:51

Buona sera sono italiano e ho 65 anni voglio trasferirmi in Croazia in Istria più precisamente voglio comprare casa e un auto e vivere serenamente magare aprire una società srl per fare consulenza comunicativa cosa pagherei di tasse ?? E posso avere agevolazioni fiscali se investo in capitale sulla srl grazie giancarlo

Reply
Lisa-Cro 5 Settembre 2019 - 22:34

Ciao Giancarlo, mi stai elencando molte cose: io direi di partire con una cosa alla volta e analizzarle una ad una. Potresti spiegarmi un po meglio quello che intendi con “consulenza comunicativa”? aspetto una tua risposta!

Reply
Henrique diaz 2 Settembre 2019 - 21:44

Salve sono un cittadino argentino vorrei giocare a calcio in Croazia oppure in italia ma ho un permesso turistico come posso fare?

Reply
Lisa-Cro 14 Settembre 2019 - 14:37

Ciao! per giocare a calcio in Croazia devi avere un contratto, potrai soggiornare e lavorare in Croazia durante la durata del contratto lavorativo.

Reply
cristiano curreli 5 Settembre 2019 - 13:05

Buongiorno io purtroppo non lavoro ma ho da parte dei fondi mi vorrei trasferire in Croazia per trovare lavoro è rimanere lì.
Cosa devo fare e avere?

Reply
Lisa-Cro 5 Settembre 2019 - 22:27

Ciao Cristiano, in questa sezione spiego il necessario da fare per potersi trasferire in Croazia, mentre per quanto riguarda il lavoro puoi visitare la sezione “lavoro”, se c’è qualcosa che non è chiaro o hai qualche domanda più specifica sarei felice di risponderti.

Reply
Cristiano 6 Settembre 2019 - 01:51

Ci sono dei motori di ricerca sicuri per trovare lavoro in Croazia?
Io voglio trasfermi li e vorrei sapere se ce qualcuno che mi potrebbe aiutare sia per trovare lavoro sia per le pratiche almeno avendo un minimo di aiuto posso venire con meno preoccupazioni se poi ci sono italiani li disposti ad aiutarmi glie ne sarei grato.
Sé qualcuno è disponibile mi faccia sapere.
Grazie.

Reply
Lisa-Cro 14 Settembre 2019 - 14:33

Ciao Cristiano, ci sono diversi motori di ricerca (ti consiglio di consultare la pagina “lavoro”)

Reply
Sergio 7 Settembre 2019 - 08:01

Salve. Sono cittadino italiano
Vorrei avviare una attività commerciale di somministrazione alimenti in Croazia.
Quali possibilità? Quali adempimenti?
Grazie

Reply
Lisa-Cro 14 Settembre 2019 - 14:35

Ciao! di che tipo di attività stiamo parlando esattamente?

Quì in Croazia ci sono tante attività di questo genere, specialmente a livello di prodotti locali. In cosa si distinguerebbe la tua attività?

Reply
Franco A. 10 Settembre 2019 - 11:03

Buongiorno, ho alcune domande con riferimento alla descrizione: residenza senza lavorare con 2500 euro all’anno depositati per una o due persone? e questo sarebbe da effettuare ogni anno? E’ davvero sufficiente questo versamento annuo per mantenere la residenza ? A chi si deve spiegare il motivo e modo di automantenimento… e accettano una risposta generica o esiste un controllo sull’origine dei fondi (nulla di illegale ma se l’origine fosse da attività straniere non EU?? Non lavorando, è possibile utilizzare solo una copertura assicurativa/sanitaria provata o c’è l’obbligazione delle spese e contributi locali?
Mi scuso per tante domande ma sembra tutto così semplice…
grazie

Reply
Lisa-Cro 14 Settembre 2019 - 14:32

Ciao!

La residenza senza lavorare è possibile ottenerla depositando appunto questa cifra sul conto corrente, e mettendo a disposizione un indirizzo valido dove si abita (la cui veridicità verrà successivamente controllata dalla polizia locale), il versamento non è da fare ogni anno, ma è importante avere questi soldi a disposizione al momento della richiesta tramite un documento specifico rilasciato dalla banca. Il motivo si deve spiegare alla polizia locale (dove ci si reca anche per fare questi documenti) e bisogna spiegare anche il modo di automantenimento. Per quello che mi chiedi riguardo al motivo e al modo di mantenersi dipende, le domande che ti fanno sono sia a voce, sia c’è un campo apposito nel modulo da compilare, capirai che se le cose non gli sembrano chiare possono fare ulteriori domande e approfondire, ovviamenente la cosa importante è che non provengano da attività illecite. Non lavorando è possibile usufruire dell’assicurazione sanitaria al prezzo di 500kn al mese (ma dovrei controllare meglio).

Reply

Leave a Comment