Documenti

Quali documenti bisogna fare per vivere in Croazia? 

 

Partiamo con la premessa che la Croazia fa parte dell’Unione europea, ma non dell’area Schengen.

Per entrare in Croazia è necessario un documento d’identità valido (passaporto o carta d’identità) al fine di superare il confine doganale.

Per i minori di 14 anni non accompagnati dai minori o da chi ne fa le veci, è necessario oltre al documento d’identità anche la dichiarazione d’accompagnamento resa dai genitori o dai tutori del minore presso l’Autorità di Polizia competenti territorialmente

Non è necessario un visto turistico o di affari, ma il limite di soggiorno è 90 giorni ogni 6 mesi. Oltre questo periodo sarà necessario iniziare le pratiche di soggiorno in Croazia oppure andarsene.

Richiesta del soggiorno lavorativo

Di fondamentale importanza è l’OIB (codice fiscale croato) – senza la quale non si potrà fare praticamente nulla. Senza OIB non potrai acquistare, aprire un conto in banca, lavorare o iniziare le pratiche di soggiorno. 

Il documento da compilare per la richiesta dell’OIB si può comodamente scaricare da questa pagina

Si dovrà poi allegare una copia del documento d’identità, e presentare il tutto al Ministero delle finanze – ufficio imposte, della città dove ci si vuole trasferire. Qui una lista di tutti gli uffici (purtroppo la pagina è in croato)

Una volta ricevuto questo documento, bisognerà recarsi nella questura della città dove si vuole risiedere, e rivolgersi all’apposito ufficio per stranieri per iniziare le pratiche.

Normalmente vi verrà richiesto di compilare un documento, dove dovrete dichiarare: 

  • I vostri dati anagrafici
  • OIB
  • Contratto di locazione o acquisto immobile
  • Documento che attesta l’attività lavorativa

Inoltre dovrete portare: fotocopia del documento d’identità, fotocopia della tessera sanitaria europea e due fototessere. 

Permesso di soggiorno (senza lavorare in Croazia)

Nel caso non si voglia lavorare in Croazia, è possibile comunque richiedere il permesso di soggiorno:

  • Saranno necessari gli stessi documenti, ma al posto del documento che attesta l’attività lavorativa bisogna consegnare un documento rilasciato dalla propria banca, che attesta una disponibilità economica sul conto corrente superiore o uguale a 2500 euro. E compilare una dichiarazione in cui si spiega il modo in cui ci si potrà mantenere.

 

La residenza ha la durata di 1 anno – dopo la quale bisogna ripetere il processo per il rinnovo.

Dopo 6 anni si ottiene la residenza fissa, e dopo 8 la possibilità di acquisire la cittadinanza croata. 

Per i minori, la procedura è simile e va fatta tramite un genitore. 

 

Iscriversi all’AIRE – Anagrafe Italiani Residenti all’estero

Cosa comporta iscriversi all’AIRE?

Innanzitutto, entro 1 anno dal trasferimento all’estero è obbligatorio iscriversi. Pena la doppia imposizione delle tasse per chi emigra e tralascia di dichiararlo.

  • Una volta iscritti all’AIRE, non si ha più diritto all’assistenza sanitaria italiana (ma si potrà avere accesso alla stessa in Croazia)
  • Si perde il medico di base (ma si può richiedere in Croazia )

Essere in possesso di tessera sanitaria europea ammortizza queste “conseguenze”, perché se necessario si potrà comunque andare in ospedale senza pagare nulla, o pagando notevolmente meno.

  • Gli iscritti AIRE possono votare all’estero nelle tornate elettorali nazionali ed europee
  • Inoltre, sotto il profilo fiscale, l’iscrizione all’AIRE consente di pagare le tasse direttamente nel paese ospite.
  • Bisognerà presentare ogni anno una dichiarazione dei redditi anche in Italia, sarà così necessario pagare l’eventuale differenza fra le imposte versate nel paese d’emigrazione e l’Italia, ma si potrà beneficiare del credito d’imposta detraendo le tasse pagate fuori dai confini nazionali ed evitare così la doppia tassazione.

Come aprire un conto corrente in Croazia? leggi il mio articolo per scoprirlo.

Per maggiori informazioni, visita il sito della Farnesina e il sito del Consolato generale d’Italia a Fiume

2 thoughts on “Documenti

  1. Salve a tutti ho bisogno di un chiarimento, posso aprire un conto in Croazia senza permesso di soggiorno o lavorativo ma continuando a vivere in Italia?
    Grazie

    1. Ciao Alberto!

      Certo, puoi tranquillamente aprire un conto in Croazia senza essere residente, o senza lavorare qui. Ti consiglio di consultare il mio articolo dedicato proprio a questo tema!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *